Giampiero Bambagioni, Coordinatore responsabile e Coautore

La prima edizione risale all'anno 2000, cui è seguita una seconda edizione nel 2002, arricchita di due nuovi paragrafi: "Schema di perizia di riferimento per la valutazione di immobili con destinazione residenziale e commerciale" e "Codice Deontologico del valutatore".
La terza edizione (2005) del Codice delle Valutazioni Immobiliari innova profondamente le precedenti edizioni, con l'obiettivo di contribuire a migliorare sensibilmente la qualità del processo e del prodotto (rapporto estimativo), oltre a definire:

  • le Linee guida per le valutazioni ai fini della concessione del credito;
  • le Linee guida per la valutazione degli immobili agricoli;
  • le Linee guida per la valutazione delle quote condominiali di proprietà.
Il "Codice delle Valutazioni Immobiliari - Italian Property Valuation Standard", realizzato in collaborazione con il Comitato Tecnico Scientifico di Tecnoborsa costituisce un prezioso strumento di lavoro finalizzato alla realizzazione di stime e valutazioni attendibili, secondo una metodologia condivisa e univoca per gli operatori nazionali e internazionali del settore immobiliare.
Del Codice, nel 2006, è stata realizzata/pubblicata anche la versione integralmente in inglese, scaricabile gratuitamente dalla corrispondente sezione del sito tecnoborsa.it


Codice delle Valutazioni Immobiliari - Indice
(42 Kb)